Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

29 nov 2013

L'eterno può venire solo da Dio.

Sat Nam!! Oggi è un giorno pieno di opportunità per imparare, per riconoscere ciò che è vero,  ciò che è reale e durevole nel tempo, quello che è l'eterno. 

Diamo valore a quello che non è eterno quando iniziamo ad avere i conflitti. 


L'ego ci fa vivere una vita senza propositi, senza compromessi e vuole soltanto sentire emozioni e vivere di illusioni. 

In questa lezione del corso di miracoli  impariamo a riconoscere la grande intelligenza dell'ego, come ci fa confondere e come lotta per sopravvivere prendendo il controllo della nostra mente. 

Dobbiamo ricordare in quei momenti in cui stiamo attraversando un problema o una situazione difficile o una condizione, che non siamo un corpo come vuole farci credere l'ego. 

Non siamo un corpo, siamo esseri divini che sperimentano una vita umana. Ti amo.
Canto e Respirazione Energetica - CD
Gli esercizi vocali dell'antica India per ritrovare l'unità corpo-mente
Capitolo 4.
L'illusione dell'ego.
V-L'illusione dell'ego e del corpo.

1. Tutte le cose cooperano insieme per il bene. In questo non ci sono eccezioni, tra nel giudizio dell'ego.  

L'ego rimane estremamente vigile rispetto quello che permette arrivare alla coscienza e questo non è il modo con cui una mente equilibrata rimane equanime.

Lo squilibrio dell'ego è ulteriormente accentuato, perché mantiene la sua motivazione principale nascosta dalla tua coscienza facendo che il controllo predomini sulla sanità mentale. 

L'ego ha tutte le ragioni del mondo per fare questo, secondo il sistema di pensiero che gli ha dato origine, perché è quello a cui serve. 

Dal momento che il sano processo giudicherebbe irrevocabilmente contro di lui, l'ego deve eliminarlo per il bene della propria sopravvivenza.
2. Una delle cause principali dello stato sbilanciato dell'ego è la sua mancanza di discernimento tra ciò che è il corpo e quali sono i pensieri di Dio

I pensieri di Dio sono inaccettabili per l'ego perché indicano chiaramente il fatto che lui non esiste. L'ego, dunque, lo distorce o si rifiuta ad accettarli .

Ma non può cessare di esistere. 

L'ego cerca quindi, di nascondere non solo "l'inaccettabile" del corpo ma anche i pensieri di Dio, giacché entrambi sono una minaccia per se stesso. 

Ciò che preoccupa in verità all'ego è soltanto la propria sopravvivenza davanti a qualsiasi minacciagiacché l'ego percepisce i loro due come se fossero la stessa cosa. 

Al percepire così, evita di essere annientato, come sarebbe sicuramente in presenza della conoscenza.
3. Ogni sistema di pensiero che confonde Dio con il corpo non può che essere demente

Tuttavia, questa confusione è essenziale per l'ego, che giudica solo in termini di ciò che suppone che è una minaccia per se stesso. 

In un certo senso il suo timore a Dio, è almeno logico dal momento che l'idea di Dio lo fa scomparire.

Però il fatto che abbia paura del corpo con il quale si identifica così intimamente, non ha senso.
4. Il corpo è la casa che l'ego ha scelto per sé stesso

Questa è l'unica forma d'identificazione con la quale si sente sicuro, perché la vulnerabilità del corpo è il suo miglior argomento che dice che tu non puoi procedere da Dio. 

Questa è la convinzione che l'ego sostiene con fervore. 

Tuttavia, odia il corpo poiché non lo considera abbastanza buono per essere la sua casa. 

A questo punto è dove la mente è sicuramente stordita. 

Dopo che l'ego ha detto alla mente che essa stessa è in realtà parte del corpo e che il corpo è il suo protettore, dice anche che il corpo non può proteggerla.

Pertanto, la mente chiede: "Dove posso trovare protezione", per cui l'ego risponde:"In me"

La mente e con ragione, ricorda all'ego che proprio lui ha insistito sul fatto che deve identificarsi con il corpo, pertanto è inutile chiedergli protezione.

L'ego non ha una risposta plausibile a questo, è dal momento che non ne ha, allora trova una tipica soluzione: elimina la domanda dalla coscienza. 


Una volta fuori dalla coscienza, la domanda può produrre inquietudine e infatti è così, ma non può avere una risposta perché questa non può essere sollevata.
5. Questa è la domanda che devi farti "Dove devo andare per avere protezione?

"Cerca e troverai" non significa che devi cercare ciecamente e disperatamente qualcosa che forse non potrai riconoscere. 

La ricerca che ha senso si intraprende consapevolmente e si organizza consapevolmente e si indirizza consapevolmente e direttamente. 

L'obiettivo dev'essere chiaramente formulato e quindi dev'essere tenuto presente sempre nella mente. 

Imparare e volere imparare sono inseparabili. 

Ti risulta più facile imparare quando pensi che quello che stai cercando di imparare ha alcun valore per te. 

Tuttavia , non tutto ciò che desideri d'imparare ha valore durevole. 

In realtà molte delle cose che vuoi imparare forse li hai scelto proprio perché il loro valore è effimero.
6. L'ego crede che è un vantaggio non impegnarsi con nulla che è eterno, perché l'eterno può venire solo da Dio

L' eternità è l'unica funzione che l'ego ha cercato di sviluppare ma ha fallito ripetutamente. 

L'ego non ha compromessi con quello che ha a che vedere con l'eterno, come con tutte le questioni che in qualche modo riguardano la vera domanda, la quale si aspetta di nascondere e di tenere fuori dalla coscienza occupandosi soltanto di questioni marginali.


La tendenza tipica dell'ego è essere costantemente impegnato con sciocchezze e ha come scopo sostenere tale proposito. 

Uno dei suoi trucchi preferiti per ostacolare l'apprendimento è imbarcarsi in problemi  in modo tale che la loro risoluzione sia impossibile.

La domanda che mai formulano quelli che intraprendono tali tattiche dilatorie è : "Perché?" 

Questa è la domanda che devi imparare a mettere in discussione in relazione a tutto. A che cosa serve questo? 

Qualunque cosa sia quello indirizzerà automaticamente i tuoi sforzi. 

Quando prendi una decisione per quanto riguarda un'obbiettivo nella stessa maniera stai anche prendendo una decisione per quanto riguarda l'impegno che svolgerai nel futuro.

E questa decisione resterà in vigore a meno che non cambi idea . Un corso di miracoli.

Grazie bello essere per stare qui. Tanti benedizioni per te e che la tua vita sia piena di luce come quello che sei tu!! Ti amo. Namastè. Hari Shabab Kaur. Google  Tutti i post del corso di miracoli