09 dic 2013

Dio ti ha creato per comunicare. Parte 1.

Sat Nam! Pioggia di benedizioni!

Oggi è un giorno per amare ed essere amato.

Per sentire gratitudine per tutti gli esseri della terra che sono parte di noi.

La verità che è triste sapere che durante tanto tempo abbiamo creduto nella separazione e che se sappiamo già che non siamo separati, ci costa credere nell'unione ed è difficile credere che siamo tutti una unica cosa.

Ancora manteniamo la distanza tra di noi.

Ancora manteniamo tanti dei nostri fratelli esclusi.

Ma se tutti siamo uguali in essenza, se abbiamo tutti lo stesso Padre celestiale, perché fare questo?

Perché albergare questo sentimento dentro di noi?

Perché non abbracciare tutti, specialmente quelle persone con cui non ci sentiamo bene e imparare a vedere la bellezza della loro anima che è la stessa nostra?

Soltanto con riconoscere che siamo fratelli. Con il fatto di rispettarci, amarci e mandarci luce stiamo creando già la base della comunicazione tra tutti gli esseri della terra. Ti amo. Namastè.
Bali G.E.M. - Ciondolo Armonizzante
(Generatore di Energia Multifrequenziale)

Corso di miracoli. 
Capitolo 4.
l'illusione dell'ego. 
VII-La creazione e la comunicazione.
Scarica Audio  Scarica pdf

1. E' chiaro, quindi, che il contenuto di una particolare illusione dell'ego è irrilevante, la sua correzione è più utile in un contesto specifico.

Le illusioni dell'ego sono molto concrete anche se la mente è naturalmente astratta.

Una parte della mente, tuttavia si concretizza quando è divisa.

La parte concreta crede nell'ego, perché l'ego dipende dal concreto.

L'ego è quella parte della mente che crede che ciò che definisce la tua esistenza è la separazione.
2. L'unica cosa che l'ego percepisce è tutto separato, privo delle relazioni che presuppongono lo stato dell'essere.

L'ego, quindi è contro la comunicazione salvo quando viene utilizzata per stabilire la separazione piuttosto che abolirla.

Il sistema di comunicazione dell'ego si basa sul proprio sistema di pensiero, così come tutto il resto che esso impone.

La sua comunicazione è controllata dalla necessità che ha di proteggersi e interrompe la comunicazione ogni volta che si sente minacciato.

Questa interruzione è una reazione a una o più persone specifiche.

Il carattere specifico della maniera di pensare dell'ego conduce poi alle false generalizzazioni che non sono realmente astratte in assoluto.

L'ego risponde semplicemente in un certo modo specifico a tutto ciò che percepisce come correlato.
3. Lo spirito, però, reagisce nello stesso modo a tutto quello che sa che è vero e non risponde affatto a qualsiasi altra cosa.

Neanche fa alcun sforzo per stabilire ciò che è vero.

Egli sa che l'unica cosa che è vera è ciò che Dio ha creato.

Lo spirito è in comunicazione completa e diretta con tutti gli aspetti della creazione, perché è in completa e diretta comunicazione con il Suo creatore.

Questa comunicazione è la Volontà di Dio.

Creazione e comunicazione sono sinonimi.

Dio ha creato ogni mente comunicando con la Sua e l'istituisce così per sempre come un canale per la Sua Mente e la Sua Volontà.

Dal momento che solo gli esseri che appartengono allo stesso ordine possono veramente comunicare tra di loro, le loro creazioni si comunicano naturalmente con Egli e come Egli.

Tale comunicazione è perfettamente astratta poiché la sua applicazione è di una qualità universale e non è soggetta ad alcun giudizio, eccezione o alterazione.

Dio ti ha creato mediante questa comunicazione e per essa.

La mente può distorcere la propria funzione ma non può attribuire a sé stessa funzioni che non le sono state date.

Ecco perché la mente non può perdere completamente la sua capacità di comunicare, nonostante ciò può rifiutarsi di utilizzarla in favore dello stato dell'essere.
4.Sia l'esistenza come lo stato dell'essere si basano sulla comunicazione.

L'esistenza, tuttavia è specifica in quanto a che, a come e con chi ne vale la pena stabilire comunicazione.

Lo stato dell'essere è totalmente privo di queste distinzioni.

È uno stato in cui la mente è in comunicazione con tutto ciò che è reale.

Nella misura in cui permetti che quello stato si veda ostacolato, nello stesso modo starai limitando l'idea che hai sulla tua propria realtà che diventa completa soltanto quando riconosci tutta la realtà nel contesto glorioso del vero rapporto che ha con te.

Quella è la tua realtà. Non profanarla o rifiutarla.

E' la tua vera casa, il tuo vero tempio e il tuo vero Essere. Un corso di miracoli.

Grazie e ti amo. Namastè!  Google.
Dio ti ha creato per comunicare. Parte 2.

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO