Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

03 mar 2014

La tua funzione non è cambiare tuo fratello, ma semplicemente accettarlo com'è.

Sat Nam!! Tante benedizioni e pioggia di amore. Tutti i giorni abbiamo una nuova opportunità per cambiare la nostra percezione per chiederci se questo che stiamo guardando è reale. 

Dobbiamo sapere da dove viene il conflitto, il pensiero, la situazione. Conoscere quanto importante è per noi ciò che desideriamo, qual'è il suo valore? 

Non commettere l'errore di fare qualsiasi cosa o prendere qualsiasi decisione senza prenderti un attimo per riflettere, se quella decisione ti darà la felicità e la vera pace o no.

Se non è così, cambia, hai ancora una nuova opportunità per prendere una nuova decisione e cambiare strada

Ricorda anche, che tutti gli esseri sono parte di te, anche se tu non lo capisci, ma la tua coscienza lo sa. Impara ogni giorno ad amare tutti. 

Meglio, impara ad amare te e riconoscerai te nel volto degli altri. Riconoscerai che se tu sei amore, che tutti siamo amore.
Light From Angel - CD
Perdona tutto, non reagire alla minima tentazione dell'ego che ti dici che l'altro ti vuole attaccare, non ascoltarlo, l'altro è come te innocente. 

Osservalo il pensiero dell'ego e dilli: non è la verità, mio fratello non può attaccarmi. Tutto ciò che pensi di un fratello lo pensi anche su di te, e tutto ciò che fai lo fai a te stesso. 

Ricorda chi sei ogni istante. Non dimenticare mai che sei divino, che sei amore, che sei la volontà di Dio, che sei pieno e abbondante.

Chiedi: Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a ricordare sempre chi sono, così potrò ricordare ogni istante chi sono i miei fratelli, che sono uno con loro. Aiutami a interpretare ogni cosa realmente come è vedere la realtà di questo mondo. Insegnami ad accettarmi e accettare tutti tale è come sono. Ti amo.

Capitolo 9 L'accettazione dell'Espiazione.
III La correzione dell'errore. Audio mp3.

1. La vigilanza che l'ego esercita in relazione con gli errori degli altri ego non è la classe di vigilanza che lo spirito Santo vuole che tu faccia. 

Gli ego criticano basandosi sul tipo di “logica” che sono sostenitori. Capiscono quella classe di logica, perché per loro ha senso. Per lo Spirito santo, nonostante ciò, non ha nessun senso.

2. Per l'ego, il caritatevole, il corretto e l'appropriato è far vedere ad altri i suoi errori e tentare di “ Correggerli”.

Questo ha perfetto senso per l'ego, perché non ha idea di ciò che sono gli errori né ciò che è la correzione. Gli errori appartengono all'ambito dell'ego e la correzione degli stessi sta nel rifiuto dell'ego.

Quando correggi a un fratello stai dicendo a lui, che quello che dice è sbagliato. Può essere che in quel momento ciò che sta dicendo non ha senso, ed è certo che se parla dal suo ego non lo ha. Il tuo compito, quindi, continua ad essere di dirli che ha ragione.

Non devi dirglielo verbalmente se è che sta dicendo sciocchezze. Ha bisogno di correzione in un altro livello, perché il suo errore si trova lì. Segue avendo ragione perché è un figlio di Dio. Il suo ego, da un'altra parte è sempre sbagliato, non importa ciò che dica o possa fare.

3. Se indichi a tuo fratello i suoi errori, stai per forza guardando attraverso i tuoi, perché lo Spirito Santo non percepisce errori. Questo deve essere la verità, ogni volta che non esiste comunicazione tra l'ego e Lo Spirito Santo.

Ciò che l'ego sta dicendo non ha senso e Lo Spirito Santo non tenta di comprendere nulla che proceda da lui. Giacché non lo capisce, neanche lo giudica, quindi sa che nulla che l'ego possa fare ha senso.


4. Reagire davanti qualsiasi errore, per leve che sia, significa che non si sta ascoltando lo Spirito Santo. Egli semplicemente ignora tutti i tuoi errori e se tu dai importanza a esso, significa che non stai ascoltando Egli. 

Se non lo ascolti è perché stai ascoltando l'ego e ti stai mostrando così sciocco come il fratello, da cui hai percepito gli errori . Questo non può essere una correzione. Come risultato di esso, non solo rimangono gli errori senza correzione, ma rinunci alla possibilità di poter correggere i tuoi.

5. Quando un fratello si comporta in forma demente puoi solo guarirlo percependo la sanità mentale in lui. Se percepisci i suoi errori e lo accetti, stai accettando i tuoi. 

Se vuoi consegnare i tuoi errori allo Spirito Santo, devi fare lo stesso con i suoi. A meno che questo diventi l'unica maniera di cui ti occupi di tutti gli errori, non potrai capire come smaltirli. 

Quale differenza c'è tra questo e dirti che ciò che insegni è ciò che impari? Tuo fratello ha tanta ragione come te e se credi che lui sta sbagliando, stai condannando te stesso.

6. Tu non puoi correggere te stesso. Come potresti allora correggere un altro? Puoi, nonostante ciò, vedere lui veramente, giacché ti è possibile vedere te stesso veramente. 

La tua funzione non è cambiare tuo fratello, ma semplicemente accettarlo com'è. I suoi errori non procedono della verità che dimora in lui e ciò che è la verità in lui è la verità in te.

I suoi errori non possono cambiare questo, né avere effetto alcuno sulla verità che dimora in te. Percepire errori in qualcuno e reagire davanti a loro come se fossero reali, è fare che diventino reale per te.

Non potrai evitare di pagare le conseguenze di questo, non perché verrai punito, ma perché starai seguendo una guida sbagliata e pertanto ti perderai.

7. Gli errori che tuo fratello commette non è lui chi li commette, così come non sei tu chi commette i tuoi. Considera reali i suoi errori e avrai attaccato te stesso. Se vuoi trovare il tuo cammino e seguirlo, devi vedere solo la verità accanto te, perché camminate insieme.

Lo Spirito Santo in te vi perdona tutto, a te e a lui. I suoi errori gli sono perdonati insieme ai tuoi. L'Espiazione non può operare isolatamente perché procede dall'amore. 

Qualsiasi tentativo che fai per correggere a un fratello significa che credi che puoi correggere e questo non è un'altra cosa che l'arroganza dell'ego. La correzione corrisponde a Dio, chi non conosce l'arroganza.

8. Lo Spirito Santo perdona tutto perché Dio lo ha creato tutto. Non tentare di assumere la Sua Funzione o dimenticherai la tua. Accetta unicamente la funzione di guarire mentre stai nel tempo, perché per questo è il tempo. 

Dio ti ha dato il compito di creare nell'eternità. Non hai bisogno d'imparare come creare, ma soltanto hai bisogno d'imparare come desiderarlo.


Tutto l'apprendimento si è stabilito con questo proposito. Così è come lo Spirito Santo utilizza una capacità che hai inventato tu, però che non hai bisogno di essa. Mettila a Sua disposizione! Tu non sai come usarla. 

Egli insegnerà a te come vedere te stesso senza alcuna condonazione, man mano che impari a contemplare tutte le cose di questa maniera. La condonazione smetterà di essere allora reale per te e tutti i tuoi errori ti saranno perdonati.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. Google
 
Cosi sono le proiezioni dell'ego, perché l'ego non sa amare e crede che neanche tu lo puoi fare. Ma RICORDA, che l'ego solo dice bugie perché tu sai che sei L'amore. Trova l'amore dentro di te, non fuori, altrimenti non sarai felice. Nessuno può dare te la felicità, solo tu.